Sotto le stelle, il grande cinema fa il tutto esaurito

“Il SuperCinema Estivo è un posto magico di Modena dove guardare i film più belli dell’anno sotto un cielo pieno di stelle.” Con queste parole, piene di orgoglio e comprensibile soddisfazione, l’Associazione SuperCinema Estivo di Modena ha concluso la stagione di proiezioni all’aperto, un appuntamento tradizionale e imperdibile per i modenesi. Composta da Arci Modena Acli, Aics, Endas, con il sostegno del Comune di Modena, l’associazione ha proposto anche quest’anno un cartellone di grande qualità, formato dal meglio della stagione passata, da anteprime di quella futura con la rassegna Modena Prime Visioni, da film in lingua originale. E il programma è stato arricchito dagli incontri con i registi (quest’anno Ivan Cotroneo, Gianluca e Massimo De Serio, Claudio Giovannesi, Matteo Rovere e Gianni Zanas), dalle presentazioni di alcuni dei festival di documentari e cortometraggi della provincia, dalle sonorizzazioni dal vivo del progetto Soundtraks, il tutto letteralmente condito dagli ottimi aperitivi e piatti a “km equo” proposti al bar dalla Cooperativa Oltremare e accompagnati, in alcune serate, da dj set e concerti con i migliori musicisti della scena locale. Una proposta davvero ricca, grazie alle collaborazioni con UCCA, Fice, Modena ViaEmiliaDocFest, Corti Vivi Film Fest, Nonantola Film Festival, Ennesimo Film Festival, Voice Off.

Le cifre del SuperCinema 2016, complice l’estate davvero favorevole, sono state eccezionali: si sono superate le 30mila presenze in 93 serate, con una media di oltre 300 persone in sala e picchi di quasi 800, che poi significa il cinema completamente pieno!
Se il tetto è stato il caldo cielo stellato, il resto della sala è costituito dallo spazio nell’area modenese ex AMCM, progettato dall’architetto Vinicio Vecchi negli anni Cinquanta, in puro stile razionalista, alle porte del centro storico. Uno scenario ormai caro ai modenesi, tanto che nei tanti progetti di riqualificazione dell’area, il cinema all’aperto ha sempre mantenuto la sua posizione. Questa suggestiva cornice ha raccolto una programmazione ricca di capolavori del cinema italiano, europeo e internazionale, con una proposta che fosse popolare ma anche di sperimentazione, affiancando i film premiati dal pubblico – e dal botteghino – ad altri meno conosciuti ma non per questo di minore qualità. E non è stato solo cinema, ma anche musica, come, ad esempio, la serata di Soundtraks – musica da film, il progetto del Centro Musica del Comune di Modena, Antwork, Giardini di Mirò, Regione Emilia Romagna con la collaborazione del Museo Nazionale del Cinema di Torino, SuperCinema Estivo e di Arci Modena che ha portato alcuni dei migliori musicisti italiani che, insieme alle band Soundtraks, hanno musicato live i corti più belli delle avanguardie, davanti ad una sala pienissima.

Tra i film presentati, anche l'ultimo di Jen Loach "I, Daniel Blake" vincitore della Palma d'oro al Festival di Cannes.
Tra i film presentati, anche l’ultimo di Ken Loach “I, Daniel Blake” vincitore della Palma d’oro al Festival di Cannes.

Di grande fascino è stato anche il set del cinema estivo di Sassuolo, che anche quest’anno ha riproposto il cinema all’aperto nel parco Vistarino, presso Villa Giacobazzi. Questa struttura restaurata e riportata alla cittadinanza ha ospitato la Rassegna 2016 del “Cinema Sotto le Stelle”, a cura del Comune di Sassuolo, con l’organizzazione di “Boiardo srl,” e il sostegno della fondazione Cassa di Risparmio di Modena e alla sponsorizzazione di Hera. La fresca Sassuolo ha contato 4484 presenze durante le 42 proiezioni proposte; ben 900 in più rispetto allo scorso anno. “Possiamo ritenerci estremamente soddisfatti – ha dichiarato Giulia Pigoni, Assessore alla Cultura del Comune di Sassuolo – del successo raccolto anche quest’anno dalla rassegna cinematografica estiva. Il dato delle presenze ci incoraggia nel proseguire questa esperienza. Anche la scelta di ampliare l’offerta dedicando i lunedì di agosto alle pellicole di Ettore Scola, è risultata vincente.”

Un dato di tendenza opposta l’ha fornito, invece, il cinema estivo di Carpi, svolto nel perimetro esterno alle tribune dello stadio Cabassi. Le 700 presenza in meno sono state però conseguenza del fatto che le 60 sere di proiezione sono iniziate a giugno e non hanno proseguito in agosto. E il tempo a giugno non è stato così favorevole. Nonostante questo si sono superate le 7000 presenze complessive e il Circolo Bruna Mora, di San Marino di Carpi, è comunque soddisfatto del lavoro svolto. Anche perché alcune scelte d’essai sono state premiate dal pubblico e l’obiettivo dell’estate carpigiana “Tenera la notte” ha avuto buon seguito.

Modena, Sassuolo e Carpi sono state unite da un comune denominatore: il successo dei film italiani. Tanto che sia a Carpi che a Modena, ad esempio, “La pazza gioia” ha lasciato fuori diverse persone per il tanto agognato “Tutto esaurito!!”

In copertina: un’immagine tratta da “La pazza gioia” di Paolo Virzì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *