Modena città rossa… per la qualità dell’aria

L’Emilia rossa, quella comunista, forse non c’è più: forse è cambiata, forse non è più così rossa ma un po’ arancione. Ma guardando certe mappe ci sono alcune “isole” emiliane ancora decisamente rosse. E Modena è fra queste. Solo che non parliamo di politica, ma di qualità dell’aria. L’Arpa Emilia-Romagna ha pubblicato i dati sulla qualità dell’aria nel territorio emiliano dal 2009 al 2015. Le valutazioni integrano i dati reali delle stazioni di monitoraggio con i modelli matematici dell’Arpa. Viene calcolata anche l’esposizione della popolazione ai principali inquinanti presenti nell’atmosfera. Fra questi, il PM10, ovvero le polveri sottili. Modena è tra le città dove i limiti di PM10 vengono superati più spesso e più a lungo. Lo scorso febbraio, anche per 14 giorni di seguito. Ecco perché nella mappa dell’Arpa Modena nel 2015 appare come rossa, in relazione ai superamenti giornalieri e alla popolazione esposta. Stessa cosa anche per quanto riguarda l’ozono di fondo, un altro degli inquinanti più significativi per rilevare la qualità dell’aria. Altri dati sul sito dell’Arpa Emilia-Romagna, dove sono presenti anche le mappe quotidiane con i report sulla qualità dell’aria.

mappa

mappa2

Vedi anche: L’aria che respiriamo: in Emilia diminuiscono le polveri sottili, ma l’inquinamento è sempre alto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *