Esotismo alla giapponese (quando quelli “strani” siamo noi)

Pochi giorni fa, nel nord est dell’isola principale del Giappone c’è stato un forte terremoto. Anche a Tokyo si è fatto un po’ sentire, il lampadario ha oscillato a lungo ma noi e molti altri non ce ne siamo accorti. Troppo concentrati a guardare Massan, la telenovela mattutina della NHK, la Rai giapponese. Dal 1961, ogni mattina mette in onda telenovele semestrali seguite da gran parte della popolazione: ogni puntata dura 15 minuti precisi e permette agli indaffaratissimi giapponesi di distrarsi un pochettino prima della lunghissima giornata lavorativa. L’audience di alcune delle serie andate in onda in oltre 50 anni è stato altissimo. Ma il drama, o asadora, come vengono chiamati qui, in onda questa stagione, ci sta tenendo tutti particolarmente incollati agli schermi: per la prima volta la protagonista principale è una gaijin, una donna straniera!

massan2La serie racconta la storia vera di Rita Taketsuru, nata Cowan, una donna scozzese che agli inizi del Novecento scelse di sposare un giapponese e di seguirlo fino in Hokkaido, l’isola all’estremo nord del Giappone, per fondare una distilleria di whisky. Il whisky in questione è il Nikka, non tra i più conosciuti all’estero ma naturalmente completamente sold out in Giappone grazie al grande successo della serie. La telenovela ripercorre la storia della coppia, le difficoltà a integrarsi vissute dalla protagonista e a venire accettata in un Giappone in guerra con le potenze occidentali, ma anche le sfide, sempre superate con piglio scozzese.

masataka-taketsuru-and-ritaTra i temi affrontati, alcuni sono ancora molto attuali, e finalmente la rete nazionale se n’è resa conto: la figlia della coppia mista viene presa in giro a scuola per la mamma dai capelli biondi e l’accento strano, l’approccio fisico fra marito e moglie, pur essendo castissimo, prevede una gestualità e un’affettività che ancora oggi trovo di rado tra le coppie giapponesi. Inoltre alcune battute sono addirittura recitate in inglese.

Le coppie miste in Giappone sono in costante aumento: la telenovela sulla rete principale è stata un piccolo passo verso il loro riconoscimento da parte della società. Anche se l’Association of Foreign Wives of Japanese (associazione di mogli straniere in Giappone) lamenta che l’eroina sia stata resa molto più bionda dell’originale, per evidenziarne ancora di più la diversità. Sicuramente, per Charlotte Kate Fox, l’attrice che impersona Rita, si prevede una carriera folgorante qui in Giappone. Per noi gaijin, invece, una soddisfazione in più. E whisky per tutti!

Qui il trailer (attenzione, prima di guardarlo conviene prendere qualche lezione di giapponese):

PS La notizia del terremoto ha fatto interrompere la telenovela a causa di un alto rischio tsunami. Fortunatamente l’onda prevista è stata alta solo 20 cm.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *