Se Hollywood punta i riflettori sulla Ghirlandina

Se Hollywood punta i riflettori sulla Ghirlandina

0
CONDIVIDI

Non è la prima volta che, girando per Modena, magari mentre stai andando a bere un caffè in Piazza Grande o dalla sarta in Piazza XX Settembre, capita di imbattersi in una star hollywoodiana. Nel maledire il fatto di essere uscita senza la messa in piega, non puoi fare altro che stare al gioco, improvvisandoti fan di Christian Bale anche se della saga di Batman non ne hai visto nemmeno un episodio! Questo succedeva qualche giorno fa in centro a Modena, e i giornali locali non hanno mancato di darne notizia.

Era forse meno di un anno fa che un caro amico di professione tassista, prese una corsa dalla centrale scoprendo, una volta arrivato a destinazione, di dover caricare il mitico Hugh Grant! La celebrity inglese, colpevole di aver sedotto l’impacciata Bridget Jones facendo sognare tutte le impiegate del pianeta e star di Quattro Matrimoni e un Funerale , si trovava in città per aggiungere un nuovo pezzo alla sua collezione di… Indovinate! Inizia per F… Francobolli?? Eh, quasi: il caro Hugh possiede una collezione di auto Ferrari! Ebbene questa è Modena, in tutte le sue meraviglie. E le sue storie e la sua personalità hanno ispirato molte produzioni cinematografiche nella storia.

Soltanto nel 2016, infatti, la nostra città sarà protagonista con ben due film in uscita sulla Ferrari e sulla biografia del Drake, Enzo Ferrari. Il primo, quello che ha visto Christian Bale fare una capatina qualche giorno fa per visitare i sospirati luoghi ed entrare nel personaggio, sarà diretto da regista di Collateral, Micheal Mann, che ha dichiarato di voler mettere in piedi questo progetto da oltre 15 anni. Sempre nello stesso anno, Robert De Niro interpreterà Enzo Ferrari in un altro colossal hollywoodiano che ancora attende il nome di un regista e che promette di mettere in luce successi e dolori del mito di Maranello.

Enzo-Ferrari-Parma-Poggio-Berceto-prima-gara-1919

Prima di loro, Modena era già stata sotto i riflettori. Il maestro Pasolini girò qui alcune scene del suo ultimo film “Salò o le 120 giornate di Sodoma”e una produzione austriaca l’ha scelta come location per girare “I ragazzi di Villa Emma”, la storia di giovani ebrei che vennero messi in salvo in questa dimora durante la Resistenza. Prima di loro, la RAI aveva raccontato la storia di Don Zeno Saltini, il parroco di Carpi che creò la prima comunità di accoglienza per i tanti orfani della guerra. E ancora, nel 2013 nei locali del Sant’Agostino è stata girata la fiction “Che Dio ci aiuti!”.

Per il momento, non resta che goderci il momento di celebrità e attendere l’uscita delle prossime produzioni. In merito alle indiscrezioni, purtroppo abbiamo poco materiale. Alla giornalista di TRC che ha beccato Christian Bale mentre fuggiva senza motivo, neanche avesse davanti centinaia di paparazzi all’inseguimento in un tunnel di notte a Parigi, lui ha piattamente risposto così:
TRC: “Come ti sentirai ad interpretare Enzo Ferrari?”
CB: “Eh, lo vedremo”.
TRC: “Quale credi sarà la cosa più difficile?”
CB: “Lo vedremo”.
Grazie Christian, ora i modenesi ti aspettano al varco: sarai in grado di non disattendere le aspettative e rendere ancora più gloriosa l’immagine e il mito di Enzo Ferrari? Eh, lo vedremo!!

Leggi anche: “Bolidi sull’asfalto a tutta birra: quando Modena aveva l’aerautodromo“. 

CONDIVIDI
Emiliana della provincia di Modena, 28 anni, di cui gli ultimi 3 trascorsi a Milano. Dal gnocco fritto all'osso buco, praticamente un salto nel vuoto. Una provinciale che si districa tra advertising, conversation & engagement della nevrotica Milano.

NESSUN COMMENTO

Rispondi