Note Modenesi, il meglio del 2015

Note Modenesi, il meglio del 2015

0
CONDIVIDI

Cosa vuol dire il meglio del 2015? Ovviamente si tratta di un concetto soggettivo. In un anno di articoli di Note Modenesi – l’anno più prolifico da quando esiste la versione online – a noi sono piaciuti molti articoli che sono stati letti da pochi lettori, altri invece da decine di migliaia. Quindi se parliamo del “meglio del 2015” è giusto per fare sintesi (così come abbiamo fatto l’anno precedente). Dentro c’è un po’ tutto: ricordi di luoghi storici della nostra città, riflessioni sul terrorismo, sull’economia, sulla politica, ritratti di personaggi modenesi, ma anche piccole e grandi storie e riflessioni su quello che a Modena, in Emilia e in Europa abbiamo vissuto durante l’ultimo anno. Abbiamo inserito anche una piccola curiosità: le più frequenti ricerche provenienti da Google, cioè le parole con cui le persone – durante l’ultimo anno – sono arrivate al nostro giornale. Infine, una nota senza dubbio positiva, almeno per noi: il 2015 è stato l’anno con più visualizzazioni per il nostro sito. Ovvero l’anno in cui abbiamo avuto più lettori, peraltro costantemente in crescita. Ed è a voi lettori che va un grande grazie e un augurio di un buon anno. E ora, per evitare che il preambolo sia paradossalmente più lungo della sintesi, ecco la vera sintesi, cioè il meglio del 2015. Buona lettura.


 

Gli articoli più letti nel 2015 su Note Modenesi:

I rom sono lo 0,25% della popolazione, ma perché sembrano molti di più?

20150408_20150408_160144

Questo articolo è stato letto decine di migliaia di volte, condiviso e anche discusso. L’aspetto interessante è che parlava proprio di questo: di quanto l’argomento rom (e sinti) “tiri”, cioè di quanto parlarne scateni clic, letture, condivisioni, mi piace e non mi piace, insulti, discussioni, e di come venga pericolosamente strumentalizzato dai giornali e dai politici. E’ cambiato qualcosa? Forse, chissà. Speriamo.

Quando andavamo alla Casa delle Cento Finestre

100f06

“La morale della storia è che, seppur con incoscienza, se non vai a caccia di fantasmi a 17 anni poi non ci vai più”: così scriveva la nostra Chiara Zucchellini in questo articolo molto condiviso su una vecchia casa abbandonata che oggi non esiste più, se non nella memoria di migliaia di modenesi. E i ricordi in fondo sono proprio questo: fantasmi, che puoi continuare a cacciare anche dopo i 17 anni.

Il mistero delle foto ritrovate

cover_pantera2-640x480

Forse non in tutte le scatole c’è una storia, ma in alcune sì, che si intreccia con la Storia, quella con la esse maiuscola. A noi è capitato di aprire una scolata trovata nella sede della nostra redazione (al Centro culturale F.L. Ferrari) e di scoprire le vicende Celeste Di Porto, la “Pantera nera”, una giovane ebrea che collaborava con le SS. Una delle storie più lette dell’anno.

Strage di Parigi: riflessioni e reazioni del giorno dopo con l’imam di Modena

bataclan-640x435

13 novembre 2015: gli attentati multipli di Parigi terrorizzano l’Europa. Sono momenti di paura e confusione. Le pagine dei giornali e dei siti internet si riempiono di articoli, notizie vere e false, allarmi, gallerie fotografiche. Noi abbiamo da subito scelto l’analisi e la riflessione, ad esempio andando a incontrare l’imam di Modena, e subito dopo il rabbino.

Balle solidali

incendio-640x480

Alle 3,15 di una notte di novembre, il capannone adibito a fienile della Società Agricola Fratelli Chiletti di Albareto prende fuoco e in poche ore vanno in fumo 5mila balle di fieno del peso di 5 quintali l’una e 4mila balle di paglia, necessarie a sfamare più di 500 capi di bestiame. Ma il web si mobilita.

Quando Bottura è solo il Massimo

bottura1-640x427

Turisti da tutto il mondo vengono a Modena per mangiare in un posto particolare. Non si nota molto, se ci passi davanti potresti non notarlo. Eppure è il secondo migliore ristorante al mondo. Ci racconta l’altro lato di Massimo Bottura, quello più intimo, Anna Ferri in questo articolo tra i più condivisi dell’anno.

Cose che accadono al di sopra delle parole celebrative del nulla

star

Nella nostra serie di articoli sulla “meglio gioventù”, ovvero ritratti di quella che sarà (o potrebbe essere) la classe dirigente dei prossimi dieci anni, uno dei più letti dell’anno è quello su Luca Gherardi, giovane che un giorno ha scelto di muoversi “in direzione ostinata e contraria”.

Il palazzone che nessuno vuole vedere

DSC_0156-640x373

Cos’è il bello? Cos’è il brutto? Domande fondamentali e tuttora senza risposta che abbiamo provato ad affrontare in questo ritratto del famoso palazzone dietro i Giardini Ducali, scoprendo che le cose sono più complesse di come appaiono e che dietro c’è una storia curiosa e interessante. C’entrano anche dei palloncini.

Tokuyoshi: le origini e il sogno di uno chef giapponese, di Modena

B953UUBIEAAQpyX.jpg-large-650x487

“Oggi vi voglio raccontare una storia. Una storia affascinante, di successo, ma anche di dedizione, studio, concentrazione e grande volontà. Una storia dove i sogni giocano un ruolo determinante” esordiva così Margherita Paradisi parlandoci di Yoji Tokuyoshi. Dal Giappone all’Osteria Francescana, fino al successo personale a Milano. Una storia da leggere.

Ma la nostra sanità è tra le migliori o le peggiori al mondo?

sanita-640x502

Con i numeri a volte è facile confondersi. Anche e soprattutto sulle cose importanti. Come la sanità. Ad esempio quella italiana e quella emiliana sono le migliori del mondo? O sono tra le peggiori? La verità sta nel mezzo? Abbiamo provato a fare chiarezza in questo articolo.

La Rossa che ha fatto piangere Mario Monti

benedetta4

Altro ritratto di una probabile di una giovane della politica emiliana. Benedetta Brighenti, da Castelnuovo Rangone, 33enne oggi membro del “Comitato delle regioni”, si racconta in questa lunga intervista. Si parla di politica, delle proprie origini, del Pd, del superzampone e di quella volta che ha fatto commuovere Mario Monti (lei, non il superzampone).

I giornali, il caldo e l’odio per i profughi

Libyan Refugee Crisis

Anche a Modena arrivano i richiedenti asilo fuggiti dai paesi africani. Una delle tragedie dell’anno e, purtroppo, probabilmente anche dell’anno futuro. Ma spesso per la stampa locale più che persone da aiutare sono solo euro da pagare. Risultato? L’odio che aumenta nei confronti dello straniero. Anche in Emilia-Romagna, una regione che normalmente si considera accogliente. Ne parlavamo qui.

Anatomia di un’assassina. Il processo alla Cianciulli nelle cronache del Carlino

cover

Altra storia riscoperta e molto apprezzata dai nostri lettori è quella della “saponificatrice di Correggio”, la serial killer Leonarda Cianciulli. La racconta in maniera coinvolgente e approfondita Davide Lombardi attraverso le cronache de Il Resto del Carlino.

Tutti pazzi per lo yoga. Ma alla CEI il fenomeno preoccupa

yoga03

Secondo il Financial Times, con circa 100 milioni di praticanti, lo yoga è la disciplina più in voga nelle città di tutto il mondo. Solo tra Modena e provincia si contano oltre 50 scuole. Ma un documento della CEI dell’Emilia-Romagna mette in guardia “sull’uso di tecniche mutuate dalla psicoterapia, dallo yoga, dal training autogeno, applicate in modo spurio e disordinato”. Un articolo molto condiviso e discusso.

Le tre vite di Spyros

05

Greco d’origini, modenese d’adozione, oggi lo chef Spyros Theodoridis è considerato una grande promessa della cucina gourmet, quella per palati raffinati. Ma più importante ancora, il suo è un bellissimo esempio di come la vita possa davvero cambiare a quarant’anni quando, forse, meno te lo aspetti. L’abbiamo incontrato e abbiamo raccontato la sua storia.

La cucina modenese è amatissima dagli americani (ma sarebbe meglio di no)

pizza-tortellini

Come abbiamo visto nel 2015 si è parlato molto di cibo, o meglio di cucina, forse perché in Emilia è difficile non parlarne e siamo un po’ ossessionati, forse perché era l’anno dell’Expo. Chissà. Di sicuro uno dei recenti articoli più letti è questo sulla cucina italiana, emiliana e modenese rivista all’estero, in versioni da brividi, dove parliamo anche delle misteriose e curiose origini degli “spaghetti alla bolognaise”. Nessuno dimenticherà la pizzaghetti, nemmeno nel 2016.


 

Le parole più cercate

google-sign-search

Come sono arrivate le persone al nostro sito? A parte Facebook, dove gli articoli vengono condivisi e discussi, una buona parte dei lettori arriva tramite chiavi di ricerca da Google. Le più frequenti danno un’idea dello “zeitgeist”, lo spirito dei tempi, e per questo abbiamo deciso di metterle insieme. Argomenti leggeri e argomenti più importanti convivono in questo strano mix di ricerche. Si tratta ovviamente di una selezione delle più cercate, dato che l’elenco integrale comprende migliaia di termini.

  • Celeste di Porto
  • Ombretta Colli
  • Come si vive a Modena
  • Riflessioni sulla strade di Parigi
  • Urlo assordante
  • Occulta compensatio
  • Razza mediterranea
  • Cibo della spazzatura
  • Prima supplenza scuola primaria
  • Gli albanesi
  • Vivere di arte
  • Conviene giocare alle slot
  • Come sono i modenesi
  • Classifica migliori sistemi sanitari del mondo
  • Suicidio con eroina
  • Erio Castellucci
  • Le uova sono tutte fecondate
  • Conviene sposarsi o convivere
  • Ognuno pensa per sè

Ecco, anche questo è stato il 2015. Vi ricordiamo il nostro profilo Twitter e la nostra pagina Facebook, e ancora tanti auguri dalla redazione di Note Modenesi!

CONDIVIDI
Per contattare la redazione di Note Modenesi, scrivici a questo indirizzo mail.

NESSUN COMMENTO

Rispondi