L’alluvione fa 32.760 (euro)

Il 20 gennaio 2014 il disastro causato dall’esondazione del fiume Secchia nella Bassa modenese era sotto gli occhi di tutti, la necessità pure: rialzarsi immediatamente. Sono passati 14 mesi e oggi il teatro comunale di Bomporto è stato il palcoscenico della festa-celebrazione di consegna dei risultati del progetto “Terre Forti”. Sono 32.760 euro e saranno frazionati in parti uguali tra i 52 commercianti di Bastiglia e Bomporto che stanno ancora facendo i conti con quell’acqua. Trentamila volte grazie a chi ha sostenuto economicamente il progetto “Terre Forti” e trentamila volte grazie al Gruppo Culturale Porte Vinciane che lo ha ideato, un gruppo di una decina di persone che ha scelto di aggregarsi poche ore dopo l’accaduto mossi da una motivazione comune: ricostruire il più rapidamente possibile ciò che l’acqua aveva distrutto e portato via.

TERRE_FORTI_COPERTINA_foto©StefanoPuviani

La cifra è “pulita” e le “Porticine” (così si chiamano amichevolmente tra di loro) l’hanno raggiunta grazie a una palpabile tenacia. Il progetto è nato dall’iniziativa diretta del gruppo e soprattutto se lo sono autogestito partendo dalle proprie idee, condividendo competenze professionali e abilità organizzative. Comprende il DVD “Forza!” (prodotto da Indaco Film & More) e il foto-libro “Terre Forti”, con gli scatti di 19 fotografi e le parole di numerosi “alluvionati” che hanno scritto i propri pensieri, le sensazioni di quei momenti, le paure e le speranze verso il futuro (per info clicca qui). Alcuni di queste fotografie fanno parte della mostra fotografica “Questo No! Volti, Affetti, Oggetti”. Decisivo il supporto e la collaborazione degli sponsor, il sostegno di due associazioni che hanno fatto una donazione spontanea.

Giuliano_Rinaldi_Bomporto_foto©STEFANO PUVIANI

Per raggiungere l’obiettivo, il Gruppo Porte Vinciane ha preso parte a 20 manifestazioni tra cui sagre e altri eventi organizzati ad hoc come la festa con i commercianti dell’8 giugno scorso a Bomporto, la mostra fotografica “Questo No! Volti, Affetti, Oggetti” all’Accademia Militare di Modena che in giugno ha fatto il pieno di presenze, e oggi la festa celebrativa al teatro comunale di Bomporto per il report davanti ad autorità e concittadini.

«In questo anno in cui abbiamo realizzato e promosso il libro fotografico Terre Forti e il docufilm “Forza!” ci siamo resi conto che anche il primo obiettivo di documentare ciò che hanno subìto i nostri paesi era stato raggiunto, condiviso e apprezzato» racconta Nicoletta Scoppettuolo, una delle 11 componenti del Gruppo.

assegno2

«Chiudiamo il cerchio con un bilancio positivo che devolviamo ai 52 esercizi commerciali di Bastiglia, Bomporto, Gorghetto e Villavara» è questo il desiderio di Manuela Cavallari, delle Porte Vinciane. «Le aziende e i singoli che hanno gratuitamente fornito le loro competenze, gli sponsor, le persone che hanno contribuito alla realizzazione dei progetti e chiunque voglia celebrare questo traguardo, che non è solo materiale, perché questa esperienza ci ha insegnato che nelle difficoltà possiamo tirare fuori una grande forza».

In copertina: uno scatto di Antonio Tomeo tratto dal libro fotografico Terre Forti

Sotto: due scatti di Stefano Puviani e il Gruppo Culturale Porte Vinciane il 15 marzo al momento della consegna dell’assegno ai commercianti di Bastiglia e Bomporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *