Cabaret Psicanalitico

Cabaret Psicanalitico

Prosegue la collaborazione di Note Modenesi coi laboratori del progetto "Carissimi padri" organizzato da Emilia Romagna Teatro Fondazione. Oggi presentiamo il lavoro realizzato dagli studenti del Liceo Classico "L. A. Muratori".

0
CONDIVIDI

Liceo Classico “L.A. Muratori”

A.S. 2014-2015

Catalogo psicanalitico illustrato

Mentre tra le strampalate scoperte di inizio secolo appare la futuristica macchina miagolatrice – ovverosia spaventa topi) – tra i casi clinici più noti di Sigmund Freud, datati 1907, fa capolino un misterioso soggetto… conosciuto, in seguito, da tutti come l’Uomo dei Topi. Che ci sia un legame (naturalmente inconscio) tra i due fenomeni?

1

Ovviamente questa possibilità – come potete ben capire – è da escludersi quasi del tutto… il “gioco” che ci apprestiamo a fare è però, quello di sovrapporre fobie ed invenzioni all’interno di una sorta di grottesco catalogo commerciale.

Scriveva Karl Kraus nella rivista satirica «Die Fackel»: «l’anima è stata espropriata dalla tecnica. Questo fatto ci ha resi deboli e bellicosi. E come facciamo psicologia? Applicando all’anima le nuove misure…»

Il mondo degli inizi del XX secolo sembra infatti – nel giro di una manciata di anni – diventare un “mostruoso catalogo” in cui tutto viene inventariato come un bene economico, dove anche le paure irrazionali ed incontrollabili dell’umanità (fobie nella nozione prettamente psicanalitica) diventano oggetti da poter commercializzare nell’epoca della massificazione della produzione industriale.

A fianco a questo, l’ombra perturbante della guerra sembra lentamente avvolgere la realtà… scolorando a poco a poco… le pagine patinate “dell’epoca bella”…

Per ulteriori informazioni si rimanda alla pagina del laboratorio sul sito di Carissimi Padri…

Copione

Personaggi
Sigmund Freud
La Segretaria
La Pitocca ovvero la maniaca del gioco
GianPierLuigi ovverso Es-Io-SuperIo
Voce fuori campo ovvero la voce delle fobie
Le donne-radio

Segretaria (entra in scena e apre lo studio) Ahh queste chiavi! Non ci entrano mai in questo buco così piccolo! (va verso la scrivania e inizia a scorrere la lista degli appuntamenti) Dalle 10 alle 11.15 maniaca del gioco da azzardo… ah si: La pitocca! Dalle 11.30 alle 12.30 personalità multipla.. ah Sigmund fa fatica con una donna, figuriamoci con tre uomini! Avrà bisogno di me… (riordina la scrivania in modo buffo)

Entra Freud

Segretaria Buongiorno caro! Hai dormito bene?

Freud Si si come sempre… ha già guardato gli appuntamenti?

Segretaria Siii li ho guardati! Oggi hai due sedute molto intense ma io so che il mio Sigmund ce la può fare benissimo!

Freud Cosa le ho detto riguardo al suo atteggiamento informale?

Segretaria Si lo so scusii, è che con Lei sento che c’è un… intesa particolare che va oltre il rapporto lavorativo… lei capisce no?

Freud No non capisco, questa “intesa” la sente solo lei, e ora si dia un contegno e la smetta per favore con queste inutili moine…

Segretaria Certo certo signore mi scusi… mi scusi, ora mi metto a lavorare, se ha bisogno di me la mia… porta… è sempre aperta!

Freud Si lo so, ora torni a lavorare che mi devo preparare per le sedute.

Segretaria (verso il pubblico) Ah.. il suo sguardo è così… penetrante!

PRIMO CASO CLINICO: LA PITOCCA

Freud si sistema sulla sua poltrona, entra La Pitocca con mazzi di carte in tasca e fiches che le cadono da tutte le parti mentre cammina… goffamente cerca di raccogliere.

Freud Buongiorno, lei è la…(legge un pò confuso il foglio che ha tra le mani)La Pitocca?

Pitocca (in tono di sfida) Si sono io, e con questo? Mi sta sfidando?! Pensa che non sia degna di questo nome? Eh? Dai su giochi la sua carta su!

4

Freud Ma no signora, stia tranquilla, volevo solo capire se era la paziente giusta… per favore si sieda, non si scaldi

Segretaria (tra se e se) Ci sono già io di bollente…

Pitocca Eh no, infatti non sono l’avversaria giusta per lei… lo sapevo… lei è troppo debole! Guardi che mano le gioco! Toh! Poker d’assi! Hai perso! Principiante!! (fa il segno di Loser e poi trionfante finalmente si siede)

Freud Si va bene signora… mi pare di capire il motivo per cui è venuta… mi spieghi meglio questo suo… disturbo…

Pitocca Eh, deve sapere che un giorno da piccola stavo giocando a carte con il mio caro adorato nonno e ho provato un emozione fortissima quando per la prima volta ho fatto la mia prima scopa!

Segretaria Qualcuno ha detto scopa? Oh finalmente questo lavoro si fa interessante!

Freud (scandalizzato) Segretaria! Per favore! Nessuno fa niente con nessuno, si sieda ed eviti queste scene a dir poco imbarazzanti…

Segretaria (offesa) Oh si, scusi… avevo capito male… una persona può capire male, non è un crimine…

Freud Si bene, mi pare di capire che questa ossessione ha origine nella sua infanzia… proprio come sospettavo… quindi passiamo avanti…

Pitocca Ah si? Passa? Beh allora tocca a me! Guardi qua incapace! Asso di coppe!

Briscola!!!

Freud Oh mio dio! Mi serve una pausa… volevo dire… è meglio se lei si riposi, la vedrò la settimana prossima e approfondiremo meglio il tema della sua infanzia e il rapporto con i suoi genitori! Arrivederci!

Pitocca Alla prossima partita mio caro Freud! Game over… Muahahah (esce urlando cose a caso e buttando carte ovunque)

Segretaria Sigmund… caro… intanto che lei si riposa prima della seconda seduta io ascolto un pò la radio che dopo tutto questo lavoro sono già sfinita! Lo so, lei sarà stupito perchè io di solito sono instancabile, ma oggi proprio sento la stanchezza… ah sarà il cambio di stagione che colpisce un po’ tutti… lei no ovviamente, lei non si fa abbattere da un insulso cambiamento climatico, lei è Sigmund Freud! Le ho mai detto quanto sono onorata di poter lavorare con un come lei?

Freud Si si me lo ha già detto milioni di volte! Accenda quella diamine di radio e stia zitta la prego!

Segretaria Si si scusi scusi la accendo subito… (tra se e se) che modi che modi…

foto2

PRIMO QUADRO PUBBLICITARIO

Voce fuori campo E ora spazio ai consigli per gli acquisti gentilmente offerti dagli studi Freud.

Musica da cabaret

Voce fuori campo MISANTROPIA: dal greco μισανϑρωπα misantropo. Sentimento e atteggiamento di avversione nei confronti degli altri, caratterizzato dall’ostinato e talora morboso rifiuto di rapporti sociali e dalla mancanza di solitudine.

5

Donna Radio_Isolator Stanco di essere socialmente attivo? Ti sale la misantropia quando vedi più di cinque persone alla volta?

Nessun problema, le industrie Freud vi presentano l’Isolator, un’utilissima campana che ti isolerà da ogni fastidioso essere umano! Acquistalo subito! Ai primi cinque telegrammi che riceveremo invieremo due biglietti per l’Esposizione Universale di Parigi. Ricordatevi, Isolator! Vi proteggerà anche da un conflitto militare mondiale! (in tono sarcastico) Ma tanto non succederà mai…

Musica da cabaret

Voce fuori campo IDROFOBIA: dal greco hydor acqua e phobos paura. Avversione anomala ed ossessiva per i liquidi in particolare l’acqua, generalmente causata da un trauma subito da piccoli con essa.

6

Donna Radio_Ombrello per sigari Ogni anno si spengono migliaia di sigari a causa della pioggia. Non restare indifferente… Compra anche tu l’ombrello per sigari, delle industrie Freud. Anche il nostro presidente, il rinomato dottor Sigmund Freud, lo usa, e si trova benissimo!

La segretaria spegne la radio

SECONDO CASO CLINICO: GIANPIERLUIGI

Freud è seduto nel suo studio dietro alla scrivania, entra GianPierLuigi.

Freud Prego, si sieda.

I tre si siedono

Freud: allora, lei è il signor…?

Tutti e tre: GianPierLuigi.

Freud Ebbene, GianPierLuigi, mi spieghi il motivo per il quale ha bisogno della mia consulenza.

Io Dunque, mi trovo qui perché… Perché…

Es Cosa aspetti? Sputa il rospo!

Super io Non ti preoccupare, prenditi tutto il tempo che ti serve. È sempre meglio ragionare sulle cose prima di dirle.

Es (irritato) sta zitto te! E tu, (rivolgendosi a Io) non perdere tempo. Siamo venuti qua per questo, no?!

Io (sotto pressione) State calmi, ora lo dico! Non mettetemi pressione!

Freud (incuriosito) Scusi, ma con chi sta parlando?

Io No, ecco, appunto, è di questo che volevo parlarle. Deve sapere che in quest’ultimo periodo, mi sento estremamente combattuto tra il dovere morale ed i miei istinti, al punto che è come se oltre a me ci fossero altre due persone che discutono incessantemente! Ogni cosa che faccio viene criticata e commentata, ormai non riesco neanche più a chiudere occhio!

foto

Super io Non mi sembra il caso di farne un dramma, alle volte le persone devono adeguarsi a delle situazioni che magari risultano sgradevoli.

Es Se tu la smettessi di fare il moralista del cazzo ogni volta che fa qualcosa, forse non saremmo su questo dannatissimo divano in un minuscolo studio con un vecchio che puzza di crauti ed una pazza isterica nella stanza accanto! (la segretaria ride istericamente) Mi serve una birra.

Super io Disapprovo! La birra, oltre ad essere dannosa per il tuo organismo, è la bevanda del demonio! Come è scritto nella Bibbia…

Es Oddio non ricominciare. Guarda che la tua cara Bibbia te la ficco…

Io State zitti tutti e due! (rivolgendosi a Freud) ora si rende conto della mia situazione Dottore? Io non ce la faccio più!

Freud Vedo..vedo.. Questa è quella che io chiamo Sindrome da personalità multipla. Il suo cervello sta cercando di riordinare la sua mente e in certi casi si deve dividere per organizzare meglio le cose e nel suo caso è diviso tra la coscienza, o più precisamente Super Io, e i suoi istinti che io chiamo Es. questo processo ė causato, la maggior parte delle volte, da un trauma, ė successo qualcosa di significativo prima che lei abbia avvertito queste “presenze”?

Io No, non mi sembra di aver avuto esperienze traumatiche, è successo tutto all’improvviso, non mi ricordo esattamente quando ė iniziato.

Es Ma cosa ci stiamo a fare ancora qui? Questo qua ė un incompetente che non ha futuro. Eventi traumatici? L’unica cosa di traumatico ė stata dover sorbirmi questo qua che parla solo di doveri doveri e buone maniere, ce ne possiamo andare? Dai, andiamo nel bar vicino a casa e divertiamoci un po’..

Io No dai non mi sembra il momento, magari lui può veramente risolvere la situazione…

Super io Questa volta mi trovo d’accordo con lui, non fidarti di questo “psicologo”, i problemi vanno affrontati da soli, chi fa da se fa per tre.

Segretaria O in questo caso, chi fa da tre fa per se!!! Hahahahahahaahah…

Freud Segretaria per favore, lei sa che non amo i suoi interventi a sproposito…

Segretaria Si scusi Sigmund… eh volevo dire… Dottor Freud.

Freud Si si beh continuiamo, è proprio sicuro che non sia stato soggetto ad eventi traumatici?

Io Si sono sicuro, dottore per favore deve trovare una soluzione, sento che sto per scoppiare…

Es e Super io Esagerato!!!

Io Sono così sovrappopolato che…

Super io Non vorrà mica dire…

Io Che… Ho costruito…

Es Si si, mi sa che lo dice Super io Oddio che vergogna…

Io Ho costruito…

Freud Ha costruito…?

Super io Ormai ė troppo tardi su dillo…

Es Dillo…

Io (scoppia e urla) Una multidoccia!!

8

La Segretaria scoppia a ridere, confusione generale.

Io si copre la testa borbottando parole di vergogna, Es e Super io si mettono a litigare.

Freud Contegno, signori contegno!

Si zittiscono, la segretaria che continua a ridere.

Freud Anche lei!

Segretaria Si, scusi scusi…

Freud Vedo che la situazione ė drammatica, ho bisogno di tempo per ragionare su questo caso molto particolare, le do appuntamento la prossima settimana dove approfondiremo meglio le cause di questo problema, che secondo la mia opinione si possono situare nella sua infanzia… magari nel rapporto coi suoi genitori… eh si… e intanto prenda un sonnifero che la farà riposare un po’ e si faccia un doccia… ehm volevo dire… beh si ha capito, si riposi…

Io (imbarazzato) Grazie mille dottore, allora verrò settimana prossima…

Super io Si ora andiamo a casa, ci leggiamo un bel libro e ci riposiamo, la notte porta consiglio…

Es Sai cos’altro porta la notte? Belle ragazze nei locali, andiamo a divertirci un po’…

Litigando escono

Segretaria Ah Sigmund, anche oggi è andata, sono esausta, e lei? Vuole un massaggio alla schiena di quelli speciali?

Freud No, non voglio nessun massaggio, grazie. Ora penso proprio di andare verso casa e coricarmi.

Segretaria Coricarmi… che parolona… lei è così acculturato… beh mi sa che ora accendo un altro pò la radio intanto che termino le mie mansioni, a domani caro!

Freud (imbarazzato) Si… a domani arrivederci.

La segretaria accende la radio

SECONDO QUADRO PUBBLICITARIO

Voce fuori campo Consigli per gli acquisti sempre gentilmente offerti dagli studi Freud.

Musica da cabaret

Voce fuori campo ELIOFOBIA: dal greco elios sole e phobos paura. Paura persistente anormale e ingiustificata nei confronti di ogni fonte di luce in particolare il sole.

9

Donna Radio_Occhiali veneziane Scienzati hanno scoperto che, nel 1910, la terra verrà distrutta dalla cometa di Halley. Non farti trovare impreparato all’ evento apocalittico del secolo! Acquista un paio di occhiali con veneziane! Ti proteggeranno da tutti gli anomali eventi atmosferici, come: maremoti, terremoti, eruzioni, tempeste, neve forte, acqua alta, la suocera in casa, la nebbia, il sole, la vita! Lontano dagli occhi, lontano dal cuore!

Musica da cabaret

Voce fuori campo GERASCOFOBIA: dal greco gerazo sto invecchiando e phobos fobia. Timore anormale e irrazionale dell ‘invecchiamento o dell’avanzare dell’età, i sintomi includono anche paura del futuro e il timore di dover dipendere dagli altri anche per le mansioni più minime.

10

Donna Radio_Cappello calvizie Bell’epoque: si allunga la vita, si accorcia la tua chioma. Proteggi i tuoi preziosi follicoli cutanei, con l’aiuto del Cappello contro la calvizie! Un’ invenzione che ti farà perdere la testa, non i capelli!

Musica da cabaret

Voce fuori campo MUSOFOBIA: dal greco mis topo e phobos fobia. Paura nei confronti di topi e roditori in generale.

11

Donna Radio_Macchina miagolatrice Hai paura dei topi? Ti svegli la notte perchè i essi ti mangiano i cavi del telefono? Hai provato tutti i tipi di trappole, ma il tuo Parmigiano Reggiano non è completamente al sicuro? Macchina Miao… quell’utensile che grazie a complicatissimi congegni interni miagolerà se si troverà in compagnia di roditori! Questo futuristico arnese è stato fondamentale per il Dottor Freud che lo ha utilizzato anche nel – famosissimo e complicatissimo – caso clinico dell’Uomo dei Topi. L’analisi è durata solo undici mesi. Il risultato è stato brillante… la psicanalisi e la macchina miao fanno miracoli… Il paziente è guarito… i topi spariti, ma questo non gli ha impedito di morire in una trincea piena di ratti nel 1914…

FINE

Fonte immagine di copertina: Stunning Portraits of Writers and Musicians Made From Their Own Words

NESSUN COMMENTO

Rispondi