Belle Époque

Belle Époque

Continua la collaborazione di Note Modenesi coi laboratori del progetto "Carissimi padri" organizzato da Emilia Romagna Teatro Fondazione. Oggi presentiamo il lavoro realizzato dagli studenti dell'International School of Modena.

0
CONDIVIDI
Image extraite du site dutempsdescerisesauxfeuillesmortes.net

International School of Modena

A.S. 2014-2015

Il laboratorio sta sviluppando una drammaturgia che prevede il confronto fra due mondi, quello del 1915 e quello del 2015, sottolineandone le analogie e mostrandone le differenze. Il ritrovamento di una lettera scritta da un soldato in trincea sarà il punto di partenza per un approfondimento sui temi dei mezzi di comunicazione e le occasioni di intrattenimento. In scena prenderanno vita dei veri duelli fra il ballo del Can-can e quello della discoteca, fra le notizie strillate in strada dai venditori di giornali e quelle passate tramite WhatsApp e altri ancora.

Per ulteriori informazioni si rimanda alla pagina del laboratorio sul sito di Carissimi Padri…

Copione

(Il ragazzo viene attirato dalla musica napoletana in soffitta.

Si toglie le cuffiette)

RAGAZZO    Cos’è questa musica? Oh! Ma cos’è questa? È una lettera? Ma chi l’ha scritta? Ah, il bisnonno durante la prima guerra mondiale!

(Legge la lettera)

RAGAZZO: Carissimi padri…

La vita qui nelle umide trincee è molto difficile, ma per fortuna io non sono ferito. Vi ringrazio molto per il pacco che conteneva il delizioso e appetitoso chilogrammo di zucchero.

La vita qui scorre lentamente.

Sapere di essere attaccati dal nemico, ti fa venire il batticuore, perché gli avversari sono a soli 300-400 metri da noi, ma ti fa anche pensare che stai salvando il tuo Paese.

Tutta la popolazione ci aiuta assai. Abbiamo tutte le risorse di cui abbiamo bisogno. Dite a tutti che noi soldati siamo veramente grati a loro e io, sono molto grato a voi, la mia carissima famiglia di sempre.

Ho fatto conoscenza con uno della nostra città, si chiama Giovanni Goldone. Entrambi stiamo bene.

Certo la vita non è più come un tempo, con le uscite e gli spettacoli…

(Si sente lo strillone e finisce la musica napoletana)

STRILLONE Edizione straordinaria! Nuovo spettacolo Moulin Rouge! Imperdibile spettacolo con la grandissima e famosissima ballerina Jane Avril. Per la prima volta in scena!

UOMO           Uno per favore! (Compra il giornale)

STRILLONE Ecco a voi!

(Uomo paga)

STRILLONE Edizione straordinaria! Nuovo spettacolo Moulin Rouge!

UOMO           (Leggendo il giornale) Non ci poso credere! Fantastico! La meravigliosa.. Jane Avril! Non aspettavo altro! Andiamo tutti al Moulin Rouge, non possiamo perdere il primo spettacolo con Jane Avril!

 

(Scena can can)

Musica interrotta dalla suoneria dei messaggi WhatsApp

AMICO           (inviando il messaggio) Vieni all’inaugurazione della nuona discoteca stasera che balliamo la nuova canzone di Saint Motel!

RAGAZZO    My type! Certo, non aspettavo altro! (scrivendo la risposta) Ci vediamo stasera al Moulin Rouge, la nuova discoteca per ballare la mia canzone preferita!

1. Jane_Avril_by_Toulouse-Lautrec

(Scena discoteca Duello CanCan-My Type)

La suoneria di un cellulare interrompe la scena

MAMMA        Ma ti rendi conto di che ore sono? Ma che a ora pensi di tornare?

RAGAZZO    Ma sono all’inaugurazione del Moulin Rouge, è l’evento dell’anno!

MAMMA        È ora di tornare a casa, adesso!

RAGAZZO     Adesso arrivo. Esco subito! (Parlando agli amici) Devo andare. Ci vediamo domani.

AMICI             Ma di già?

RAGAZZO    Eh, di già

(suono macchina moderna)

MOGLIE NEL PASSATO   (prendendo per un orecchio luomo del giornale) Ma è un’ora che ti aspetto e tu sei qui a guadare queste ballerine!

UOMO           veramente io….

MOGLIE NEL PASSATO   Mi avevi promesso che mi avresti portato al cinema. Per la prima volta, ci sarà una proiezione di questo nuovo aggeggio! Tutte le mie amiche andranno!

UOMO           Il primo spettacolo al cinema! Chissà come funziona questo aggeggio? Ok! Andiamo!

3. foglio pubblicitario t. milanese 1900

(Scena del cinema)

SIGNORA 1  Sta per cominciare il primo spettacolo!

SIGNORA 2  Chissà come sarà! Però non sapevo che era un treno lo spettacolo!

(Proiezione del film Arrivo di un treno. Allarrivo del treno i personaggi del primo 900 scappano.Rimane solo il ragazzo, che sta guardando il video su youtube)

RAGAZZO    Chissà come si chiamava la canzone!

(Va su YouTube e cerca la canzone napoletana. Scrive “Tu ca un chiagne“)

(Il ragazzo comincia a ricopiare la lettera sul computer, mentre in scena appare il bisnonno soldato in trincea che scrive la lettera a mano. La lettura è continuata dal soldato, con la musica napoletana come sottofondo)

SOLDATO

Carissimi padri…

La vita qui nelle umide trincee è molto difficile, ma per fortuna io non sono ferito. Vi ringrazio molto per il pacco che conteneva il delizioso e appetitoso chilogrammo di zucchero.

La vita qui scorre lentamente.

Sapere di essere attaccati dal nemico, ti fa venire il batticuore, perché gli avversari sono a soli 300-400 metri da noi, ma ti fa anche pensare che stai salvando il tuo Paese.

Tutta la popolazione ci aiuta assai. Abbiamo tutte le risorse di cui abbiamo bisogno. Dite a tutti che noi soldati siamo veramente grati a loro e io, sono molto grato a voi, la mia carissima famiglia di sempre.

Ho fatto conoscenza con uno della nostra città, si chiama Giovanni Goldone. Entrambi stiamo bene.

Certo la vita non è più come un tempo, con le uscite e gli spettacoli…

(buio)

 

FINE

NESSUN COMMENTO

Rispondi