Ti amo e poi ti odio e poi ti amo

Alla presentazione del Quaderno del Centro culturale Francesco Luigi Ferrari, “Cara amica ti scrivo” ospite d’eccezione è  Stefano Cisco Bellotti, ex cantante dei Modena City Ramblers che, per l’occasione, tira fuori dal cilindro il testo di una nuova canzone per Modena. Eccola.

Amo Modena perché mi ha dato molti posti in gioventù dove fuggire, nascondermi e divertirmi.

Amo Modena perché ha inventato la Panini e le sue figurine.
Odio Modena e la Panini perché non sono mai riuscito a finire un album.

Amo Modena perché mi ha dato un posto di lavoro in centro, sulla via Emilia, bellissimo, stupendo, in un negozio di dischi, il mio sogno.
Odio Modena perché dopo tre mesi mi hanno licenziato e mi hanno rispedito a Carpi.

Amo Modena perché mi ha dato anche un pizzico d’amore.
Ovviamente odio Modena perché subito dopo mi hanno lasciato… quindi il ricordo non è buono.

Amo Modena perché… banale: la sua cucina, unica, meravigliosa, inimitabile (come quella di Carpi ovviamente).
Odio Modena perché alla fine, potete vedere, mai perso un chilo in vita mia, mai.

Amo Modena perché mi ha insegnato a camminare da solo, mi ha insegnato a cadere e a rialzarmi.
Odio Modena perché in fondo sono un provinciale di Carpi e ho sempre tifato per il Bologna.

Amo Modena perché sul calcio ci ha regalato tante soddisfazioni.

Amo Modena perché mi ha raccontato un sacco di storie e di canzoni che ho potuto cantare in giro per il mondo.
Odio Modena perché in fondo ci ha sempre un po’ snobbato.

Amo Modena perché ci ha anche accarezzato e coccolato.

Ma in fondo amo Modena perché ha dato il nome ai miei sogni e al mio gruppo, perché in fondo Carpi o Sassuolo City Ramblers faceva veramente cagare.

 

Immagine di copertina: elaborazione grafica da un immagine dell’album di Cisco, “Fuori i secondi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *