Non si esce più dagli anni 80 (e 90)

Non è solo semplice nostalgia: gli anni 80 e 90 sono ancora tra noi. A parte i continui revival e remake, ci sono mode e perfino parole che sono riuscite a sfondare il muro del 1999 e andare oltre, tanto che sono ancora presenti in film, serie tv, anime, giochi e modi di dire. La mostra “80-90 – Televisione, musica e sport in figurina” (fino al 13 luglio 2014 al Museo della Figurina, Palazzo Santa Margherita Corso Canalgrande 103, Modena) racconta con una “enciclopedia per immagini”, cioè attraverso le figurine, quei due decenni così strani, fatti di tv colorata e grandi contrasti, tra leggerezza e superficialità ma anche droga, politica e guerre. L’obiettivo è far rivivere alle generazioni che sono cresciute con quei cartoni, quei film e quelle figurine, la loro infanzia e adolescenza. Ma anche mostrare alle altre generazioni un quadro generale di quello che la cultura pop era in quel periodo. Da Mazinga a Beverly Hills 90210, dai paninari all’operazione Desert Storm, scoprendo anche gli inquietanti album di figurine nazisti e svelando finalmente il mistero che ha tormentato più generazioni: perché il campo di Holly e Benji era così lungo?

Una risposta a “Non si esce più dagli anni 80 (e 90)”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *