Lui, lei, l’altro

Domenica 2 marzo il popolo modenese del PD sceglierà il suo candidato sindaco. In dieci domande e dieci risposte, Francesca Maletti (@framaletti), Gian Carlo Muzzarelli (@Muzzarelli2014) e Paolo Silingardi (@paolosilingardi), spiegano, nello spazio di un tweet, la loro idea di Modena.

1.       Perché è lei il #candidatogiusto per la corsa a sindaco?

Maletti: Rappresento una nuova prospettiva di città: il progetto di cambiamento che ho in mente nasce dal coinvolgimento e ascolto dei modenesi

Muzzarelli: Perché Modena deve uscire dal perimetro delle mura e mettere una marcia in più, a partire da più lavoro e più sicurezza

Silingardi: C’è bisogno di rinnovamento, rilancio, nuove politiche. Non esistono politici per tutte le stagioni: idee nuove richiedono persone nuove

2.       Quali saranno le #primetrecose che farà da sindaco?

Maletti: Creare nuova economia e occupazione attraverso: investimenti sul turismo, sostegno al manifatturiero, nuovi brevetti ricerca e innovazione

Muzzarelli: Uscirò ad incontrare i lavoratori e le imprese, metterò mano alla burocrazia e rilancerò gli strumenti di partecipazione

Silingardi: Lotta al precariato nella Pubblica amministrazione. Integrazione delle piste ciclabili. Un progetto serio per la sicurezza e la prevenzione

3.       Come vorrebbe #cambiareModena?

Maletti: Penso a Modena smart, una città trasparente che progetta insieme ai cittadini e dove l’innovazione nasce dal basso

Muzzarelli: Riaccendendo l’orgoglio dei modenesi per la loro città, città di diritti e doveri, e rilanciando occupazione e imprese verso green economy

Silingardi: Modena deve diventare una vera città europea, solidale, bella, sana, dove sia facile vivere e lavorare

4.       Tre #puntidiforza di Modena da cui partire?

Maletti: La cultura, Il turismo, il manifatturiero. Ho in mente Modena laboratorio culturale e turistico, che crea lavoro e dà prospettive ai giovani

Muzzarelli: Il lavoro, la cultura e una grande storia di buongoverno, solidarietà e giustizia

Silingardi: La laboriosità e la capacità di fare impresa. La voglia di partecipare e di fare insieme. I prodotti tipici che ci rendono famosi nel mondo

5.       Come si rapporterà con il Partito Democratico in caso di #vittoriaalleprimarie?

Maletti: Mi impegnerò per un dialogo con la città. Al PD chiedo di sostenere in modo forte un progetto politico, aperto a diversi alleati

Muzzarelli: È il mio partito. Sarà il perno di un’alleanza del buon senso e della responsabilità, alternativa alla destra e a Grillo

Silingardi: Contribuendo ad un PD riformista, ambientalista, europeista, aperto al confronto e luogo di discussione ed elaborazione concettuale

6.       E come si rapporterà con il PD in caso di #sconfittaalleprimarie?

Maletti: I tre candidati si sono impegnati a sostenere chi vincerà. Sarà poi importante recuperare l’ampia partecipazione generata dalle primarie

Muzzarelli: È il mio partito. Mi comporterò come sempre, con la massima lealtà, per far vincere la sinistra

Silingardi: Sosterrò chi vince lealmente cercando di far pesare le idee e le proposte che ho sostenuto nella campagna elettorale

7.       Un impegno nei confronti dei #giovani?

Maletti: Wifi gratis, wifi bus e app sui servizi, scuole sicure, più servizi per l’università, il sapere come risorsa centrale per il futuro

Muzzarelli: Una città smart, con wi-fi libero, una città internazionale, senza precariato. Una città dei diritti, dei doveri e del merito

Silingardi: La lotta al precariato per ridare futuro ai giovani e un investimento forte sulla cultura come occasione di crescita ma anche di lavoro

8.       Un impegno nei confronti degli #imprenditori?

Maletti: Revisione delle procedure del Comune per ridurre obblighi e burocrazia, meno di sei mesi per autorizzare le imprese che aprono a Modena

Muzzarelli: Starò fuori dal palazzo, con loro, per meno burocrazia, più ricerca, più investimenti per un nuovo modello di sviluppo

Silingardi: Logistica e infrastrutture per superare la congestione e ridurre i costi. Innovazione e integrazione tra Università e mondo del lavoro

9.       Come ha vissuto l’esperienza delle #primarie?

Maletti: Con entusiasmo. Le persone che ho incontrato in questi mesi mi hanno trasmesso affetto e voglia di partecipare per il futuro della città

Muzzarelli: Una grande ed emozionante esperienza di rapporti umani, con migliaia di modenesi, che hanno alimentato la mia fiducia in questa città

Silingardi: Belle, faticose, interessanti. Mi hanno permesso di parlare con tanta gente, di diffondere idee, di ricevere aiuti e costruire rapporti

10.   #Qualcosadisinistra di cui la città ha bisogno?

Maletti: La scuola. Che non dovrebbe essere un tema di destra o sinistra ma al centro di ogni programma. È da qui che dobbiamo ripartire

Muzzarelli: Più uguaglianza. Più sicurezza. Più voglia di tornare a volare

Silingardi: Un welfare solidale per superare l’assistenzialismo e dare dignità a chi ha bisogno. La crisi si supera senza lasciare indietro nessuno

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *