La filosofia delle Piccole Ragioni

piccole_ragioniE se durante la scuola dell’infanzia la conoscenza etica venisse considerata come un importante elemento di sviluppo nei bambini? Se si volesse stimolare fin dalla tenera età una “consapevolezza critica” che porti questi futuri adulti ad interiorizzare attivamente una serie di valori etici?

Domande di un certo peso, queste, che hanno preso vita all’interno del progetto Piccole Ragioni. Filosofia con i bambini, avviato nel 2010 per iniziativa della Fondazione Collegio San Carlo e dell’Assessorato all’Istruzione del Comune di Modena e giunto oggi al suo quarto anno. Lo scopo è quello di utilizzare i canali di comunicazione più congeniali ai bambini – il disegno, il gioco, il racconto – per trasmettere valori e significati che li aiutino, crescendo, a elaborare una visione del mondo che contribuisca a renderlo, un giorno, un luogo migliore in cui vivere.

Il connubio Modena-filosofia fa solitamente ricordare piazze piene, crocchi di persone, palchi e maxi-schermi. “Piccole ragioni”, però, non è niente di tutto questo. Come ha spiegato Carlo Altini, Direttore Scientifico della Fondazione, “non si tratta di una scatola-evento, ma di un percorso di lunga durata, per reagire in un momento di crisi istituzionale, culturale ed economica, chiamando in causa risorse ma anche competenze.”

La quarta edizione del progetto è stata presentata a ottobre 2013 presso la Fondazione Collegio San Carlo e si è conclusa a maggio 2014. Alla giornata inaugurale è seguito un lavoro attivo con le scuole dell’infanzia che hanno deciso di partecipare e che hanno infuso vita ai presupposti del progetto all’interno delle proprie classi. Quest’anno il tema cardine è stato “Autonomia”, un argomento complesso e profondo.

Autonomia significa letteralmente “legge propria”, ma può avere ben poco a che fare con l’individualismo così imperante oggigiorno, andando piuttosto a ripescare il principio cooperativo tra esseri umani intesi come “animali sociali”. Come ha spiegato durante la presentazione Alfonso M. Iacono, professore di Storia della Filosofia presso l’Università di Pisa e membro del comitato scientifico della Fondazione: “Il concetto di autonomia si può legare al concetto di “autolimitazione”, un tema teologico molto presente anche in Ratzinger e Francesco, i quali hanno compiuto passi indietro rispetto al concetto di onnipotenza: auto-limitarsi per dare spazio all’altro e non togliere spazio all’altro perché bisogna espandere il proprio.”

Una missione difficile? Una sfida umana e educativa? Forse, ma sicuramente “Piccole Ragioni” è un esempio di progetto che ha il pregio di essere inteso come continuativo, a lungo termine e di concentrarsi sull’educazione dei piccoli, ridando dignità al settore e investendo così sul futuro della società. Un caso raro e controcorrente, in un momento storico in cui tutto è diventato transitorio e casuale e dove i temi relativi a istruzione ed educazione sembrano spesso avanzare come i gamberi nella scala delle priorità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *