La differenza tra una libreria e un negozio di libri

Le piccole librerie chiudono ovunque, superate dai centri commerciali, dalli grandi librerie e dal crescente mercato digitale. Ma il vecchio modo di concepire i libri e l’editoria da qualche parte ancora resiste. Aperta nel 1958, la libreria L.A. Muratori di Modena non ha mai chiuso, attraversando le epoche e le varie crisi dell’editoria, fino all’ultima, quella che stiamo vivendo, senza dubbio la più grande. “Una crisi sociale e culturale” secondo il suo proprietario, Franco Rossi, che da 56 anni la gestisce. E ci spiega la differenza tra un libraio e “uno che vende i libri”.

Una risposta a “La differenza tra una libreria e un negozio di libri”

  1. Scopro per caso solo adesso questa pagina. Nei primi anni ’60, quando avevo venti anni o poco più, ero frequentatore assiduo della libreria Muratori. Ricordo Franco, un giovane e gentile ragazzo biondo. E ricordo soprattutto Zaira, una donna dolce e per me assolutamente affascinante in tutti i sensi. Poi andai via da Modena e non sono più tornato. Ora mi trovo tuffato nei ricordi. Che nostalgia!
    Gian Marco Rinaldi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *