La dieta dell’hamburger

Da quando vivo a Milano, ho scoperto il mondo delle diete. Se pensate che sia perché voglio fare la modella, vi sbagliate di grosso. Semplicemente, in questa città sembra essere una malattia contagiosa: ogni volta che ci si siede a tavola in compagnia, normalmente circa il 60% dei commensali dichiara di seguire un regime alimentare. La dieta Dukan, la dieta a zone, la dieta dei colori, quella dei beveroni e, mettici qualche immancabile vegano, volendo accontentare tutti non si sa mai che ristorante scegliere o che menù preparare.
Un vero problema per me che amo organizzare conviviali tigellate coi colleghi!
In antitesi con questo teorema, Milano è in assoluto la città delle hamburgerie. Hamburger di carne e vegetariani, locali newyorkesi o italiani, mood australiano e dispensa della nonna: sarà perché sono adatti a tutte le tasche o perché incarnano il concetto di pasto veloce così apprezzato in città, se ne trova per tutti i gusti.

202 Hamburger & Delicious:

 

Il più originale in assoluto è sicuramente BURGER WAVE, dove tra pareti di legno dipinte e tavole da surf, si mangia un hamburger davvero succulento. Il mood australiano del locale è contagioso, basta guardare il prioritario: in assoluto il più “sciallato” dei milanesi che io abbia mai conosciuto!
Se invece cercate un hamburger ricercato, vi consiglio FATTO BENE. Con ingredienti di alta qualità e arredamento vintage, questo locale molto carino in Vincenzo Monti offre l”hamburger all’italiana”: per veri foodies che non possono rinunciare al Lardo di Colonnata neppure dentro il panino!
Per un’esperienza più autentica c’è invece Tizzy’s: vero hamburger americano in ambientazione navigli. La proprietaria, americana di NY, una volta trasferitasi in Italia ha sentito l’esigenza di aprire questo locale “perché a Milano mancava il vero hamburger”. Sarà per questo, oppure per una casualità, che il vero motivo che rende indimenticabile questo locale sono… i camerieri!!!
Sempre in style newyorkese, molto carino è 202 HAMBURGER & DELICIOUS, in zona Ticinese. Si mangia al counter e tutto è servito in cestini di vimini e cartoccio. Super buono, fanno anche la consegna a domicilio in bicicletta.

California Backery:

Infine, il capostipite di tutti questi locali, quello che ha fatto si che l’hamburger inaugurasse la sua vera stagione d’oro a Milano: CALIFORNIA BAKERY. Basato sul concept di muffin e french toast, questo locale per colazioni e pasti veloci è entrato nel cuore di tutti i milanesi, aprendo in ben 9 location strategiche della città. I trend setter più agguerriti direbbero che oramai è divenuto troppo popolare (ehm, in realtà di popolare non ha proprio nulla: per mangiare un hamburger in 2 servono circa 50€)!
Che dire, milanesi: sarete anche tutti a dieta, sará soltanto un hamburger, ma sicuramente tra arredamento alla moda e dettagli vari, vi piace che sia ben farcito!

PS: per un buon piatto di tagliatelle al ragù citofonare Paradisi!!

Fatto bene:
Tizzy’s:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *