E’ un mondo difficile, ma ce la si può ancora fare

formigineBisogna volere nella vita, avere dei desideri e lavorare piano piano per riuscire. Questa non è una cosa semplice, ci sono momenti facili e momenti molto difficili: bisogna andare avanti con coraggio anche nelle difficoltà. Senza compromessi.

Per “successo” s’intende la difesa quotidiana dei propri spazi nel lavoro o negli studi, la conquista dei propri diritti in ogni momento della vita, e l’affermazione delle idee e dei progetti in cui si crede. Allora i consigli di una delle attrici più conosciute a livello internazionale – Gina Lollobrigida, classe 1927, per vent’anni icona della bellezza italiana, con circa seimila copertine sulle riviste di tutto il mondo – valgono per ogni età e per ogni persona.

ginaLa “Lollo” è la madrina speciale dalla “25esima edizione di “Profilo Donna dove abbiamo incontrato decide di donne che nel proprio campo si sono spese con determinazione per vincere. Sono la testimonianza diretta che quello in cui viviamo “è un mondo difficile, ma ce la si può ancora fare”. Lo sa la pattinatrice su ghiaccio Carolina Kostner che di ri-partenze ne ha vissute parecchie e può testimoniare che le cadute sono il tassello indispensabile per la vittoria e per costruire, appunto, il successo. Lo sanno le manager e le imprenditrici che oltre a dare forma alle proprie intuizioni devono spendersi senza riserva per promuoverlo nel mondo. E lo sanno i magistrati, i prefetti e i politici che oltre all’impegno per portare avanti il proprio lavoro spesso si trovano a lottare per essere riconosciute al pari dei colleghi uomini.

Alla serata a Formigine abbiamo incontrato anche Mirella Freni che dopo una lunga carriera da soprano, ora si dedica alla formazione: «sono diventata la mamma di tanti bambini» spiega snocciolando con semplicità alcune “regole” per accompagnare i giovani talentuosi a cantare nei più grandi teatri.

costaPer Silvia Costa, presidente della Commissione cultura al Parlamento europeo, non può essere un successo solitario: «la persona può fare la differenza non da sola». Se il successo diventa vanagloria autoreferenziale allora non funziona. Bisogna invece «riconoscere l’apporto che le donne possono dare al miglioramento della condizione di tutti».

Certo «avere un po’ di fortuna non guasta, ma una carriera non si ottiene così facilmente» come testimonia Gina Lollobrigida.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *