Il tempo che non ho

parco dei gigliQuanto vale oggi il gratuito? Nulla, mi verrebbe da dire, mentre rileggo ancora una volta “La moneta falsa”di Baudelaire. Per fortuna nulla. Si accetta qualcosa che scompare di mano in mano, che non si può seguire con lo sguardo, che non necessita della parola “grazie!”. Si dona ciò che resta, il resto che non è niente ma che tuttavia c’è e non è mai abbastanza.

Per festeggiare il piccolo Leo donerò, in un giorno qualsiasi, il tempo che non ho. Al Parco dei Cedri, la prima mattina di sole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *