Furto delle parole

Don-Ciotti“Siamo dinanzi all’esaurimento delle culture. Non vedo nascere un pensiero nuovo né da parte laica, né da parte cristiana. Siamo immobili, fissi su un presente, che si cerca di rabberciare in qualche maniera, ma non con il senso della profondità dei mutamenti”. Così Giuseppe Dossetti, nel 1993, mandava un monito: “Aspettatevi delle sorprese ancora più grosse e più globali e dei rimescolii più totali, attrezzatevi per tale situazione. Convocate delle giovani menti che siano predisposte per questo e che abbiano, oltre che l’intelligenza, il cuore, cioè lo spirito cristiano”.

Don Luigi Ciotti, fondatore di Libera e Gruppo Abele, al convegno “Fondata sul lavoro” promosso dal Centro culturale F.L. Ferrari e il gruppo di studio “Dossetti pensiero giovane” ha avvertito sul l’importanza della cultura e della conoscenza, anche per uscire da questa situazione di crisi politica ed economica. Ecco nel video un passaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *