Il vero tecnico è l’idraulico

Tutti hanno fatto l’esperienza di chiamare in casa l’idraulico o l’elettricista per risolvere grandi o piccoli problemi o anche solo per mettere in sicurezza la casa secondo gli standard di legge. In questo caso la differenza la fanno la competenza nel risolvere il problema in maniera possibilmente stabile, il tempo impiegato, la cortesia e, non ultimo, il costo della prestazione.

Le cose si complicano un po’ quando si passa ad esempio a progettare una nuova casa, a ordinare il giardino o anche solo a tinteggiare le pareti. In questo caso sono evidenti a tutti le implicazioni estetiche degli interventi quindi le idee estremamente soggettive che possono fare riferimento più o meno consapevolmente a diverse filosofie.

Se poi passiamo al campo politico abbiamo un’ulteriore complicazione determinata da due tensioni contrapposte: da una parte stabilità e dall’altra mobilità dell’elettorato. In questo quadro si è cercato di far passare i membri del governo dimissionario come dei tecnici assimilabili all’idraulico o all’elettricista. E’ stata detta una falsità e noi tutti ci abbiamo creduto pur sapendolo.

Analizzando i curricula si può scoprire che la quasi totalità di ministri e sottosegretari sono stati burocrati, consiglieri del principe, attivisti di partito con tanto di tessera e che ciascuno appartiene ad una determinata
area politica. La cosa appare oggi un po’ più chiara nel momento in cui ministri e sottosegretari si candidano al parlamento più o meno come diversi magistrati lasciano la toga seppure con formule, ovviamente “tecniche”, diverse.

Dai tempi di Cartesio la cosa più ovvia da fare sarebbe quella di dichiarare la squadra del cuore e poi individuare gli strumenti tramite i quali rendere l’appartenenza ideologica non solo un elemento di parte, ma la base di partenza dalla quale poi trascendere in nome del bene comune. Se proprio si vuol essere dalla parte di qualcuno, per non sbagliare conviene partire dagli ultimi.

 

Immagine in evidenza: Pasto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *